Tutti a Casa

Testi di Damian Notarnicola

La crisi abitativa continua a crescere, a Roma come in altre città, mentre le soluzioni proposte dai responsabili politici si rivelano ancora inadatte e sempre più lente nella loro attuazione.

Nella capitale la lotta continua tra occupazioni, sgomberi, manifestazioni. I Movimenti per il diritto alla casa, nati intorno agli anni 80, insistono nella ostinata volontà di ricevere ascolto dal mondo politico, smodatamente lontano dalla vita quotidiana dei cittadini.

Nonostante il forte impulso costruttivo dell’ultima decade infatti l’emergenza abitativa aumenta, divenendo un problema sociale che si estende velocemente e che si trasforma, con una sempre maggiore presenza di giovani e migranti.

Grazie alle occupazioni di edifici abbandonati e di locali statali inutilizzati e mal gestiti, i gruppi che lottano per il diritto alla casa, mettono nel contempo in risalto la mala gestione della Res Publica: da una parte gli interessi di privati e di costruttori, dall’altra il bisogno di un sempre più consistente numero di persone di accedere ad abitazioni dignitose.